SAN TOMASO 1260 – L’HOSPITALE RIVIVE

SABATO E DOMENICA 1 e 2  OTTOBRE 2016,

ALL’INTERNO DELL’HOSPITALE, 

C’È LA POSSIBILITÀ DI RIVIVERE ALCUNI MOMENTI

DELLE SUE  ATTIVITÀ  MEDIEVALI CON:

l’infermeria, la cucina, l’armeria, la tessitura, le miniature…

lo speziale, il tesoriere, il priore, il balivo, 

l’ospitaliere in arme e quello in abiti da lavoro.

OGNUNO PUÒ SCEGLIERE IL MOMENTO PIÙ ADATTO

DALLE 10.00  ALLE 12.00 E DALLE 14.30 ALLE 18.00

L’INGRESSO È LIBERO E GRATUITO

I dettagli sono precisati nella locandina allegata: rievocazione-medievale

locandina-majano_definitiva

P.S.  Sabato 1 ottobre la delegazione friulana dei Cavalieri di Malta sarà in pellegrinaggio a San Giovanni, dalle 10.00 alle 13.00, con la celebrazione della S. Messa verso le 11.00.

Domenica 2 ottobre, alle ore 11.00, la S. Messa sarà celebrata in latino e sarà accompagnata dal coro gregoriano “Voce Mea” di Santa Giustina Bellunese.

 

Lascia un commento

Archiviato in Eventi

Cammino Burdigalense Latisana-Muzzana

…quando sente il profumo del pane

il pellegrino, che passa per la via,

va a vedere cosa succede!

dopo il cammino da Carlino ad Aquileia

gli Amici dell’Hospitale vi invitano

IN CAMMINO A PIEDI

DA LATISANA A MUZZANA

20160319_063059_hdr

sulla strada antica, la Via Annia…

Oggi sta rinascendo come via Romea Aquileiense,

ma percorrendola verso est è ancora l’Itinerarium Burdigalense,

la più antica via documentata verso Gerusalemme

e in questo tratto si incontra

con la Via di Allemagna, dal Nord

e con la Via Adriatica, verso il Mediterraneo,

sulle vie più antiche d’Europa

domenica 25 settembre 2015

ritrovo alle 6.15 a Latisana

davanti al Duomo di San Giovanni Battista

partenza alle 6.30

20160319_065237_pano

cammineremo verso est, fino a Muzzana

alla Chiesa di San Vitale Martire

arrivo circa alle 10.45, S. Messa alle 11.00

quel giorno la Comunità di Muzzana offrirà il

“Pane dei Beni Comuni”

dai campi degli “usi civici”,

il grano, la farina macinata a pietra e

il pane profumato che sa di quella terra,

dei suoi boschi di rovere, tra pianura, risorgive, la laguna e il mare.

La comunità coltiva la sua terra per sè e per chi arriva,

in modo sostenibile, recuperando la particolarità del luogo,

la semplicità e l’accoglienza antica,

come quella del cammino a piedi.

È un cammino lento, aperto a tutti, si svolge su stradine asfaltate e sterrate tra campi e boschi,

passa anche a Paludo di Latisana, Precenicco e a Piancada,

l’iscrizione è gratuita,

ognuno cammina con le sue motivazioni e sotto la sua responsabilità,

in caso di maltempo il cammino si farà comunque.

amicidell’hospitale@gmail.com  (M) 3288213473

Lascia un commento

Archiviato in Eventi

incontri e cammini in settembre

L’Hospitale è aperto per le visite ogni sabato e domenica dalle 16 alle 18 (fatta eccezione per sabato 24 settembre) inoltre si possono richiedere informazioni e prenotare visite guidate:

amicidellhospitale@gmail.com     cell. 328 8213473 M – 3395667905 L – 3407531392 T

inoltre sono programmati i seguenti incontri:

  1. il 30 settembre si svolgerà la conferenza sull’Hospitale e i suoi cammini (del Tagliamento, di Allemagna e di San Tomaso) in occasione dell’apertura dell’anno accademico dell’UTE di Buja. Venerdì 30 settembre alle ore 16 in Via Ursinins Piccolo presso la sede dell’UTE a Buja.
  2. Aspettiamo a breve il prof. Angelo Floramo per il VII incontro sul cammino di San Tomaso.
  3. E’ stato pubblicato articolo sull’Hospitale e il suo cammino sulla rivista “Scatolino”: lo-scatolino-n-13-settembre-2016-estratto
  4. Il 15 settembre all’Hospitale piccolo incontro in ricordo del terremoto del 1976
  5. Il 17  e 18 settembre gli Amici dell’Hospitale hanno guidato il cammino a Piedi da Carlino ad Aquileia seguendo l’antico itinerarium Burdigalense, la più antica via documentata dall’Europa a Gerusalemme. Il cammino è stato effettuato con i ragazzi della Forania di Porpetto, San Giorgio di Nogaro, Carlino, Marano. La meta era porta santa di Aquileia. Alla fine i pellegrini della forania ad Aquileia erano diverse centinaia.20160918_093711_pano20160918_100915_hdrIl passaggio del fiume Ausa in corrispondenza dell’antico ponte Orlando. Occhi sbarrati, tutta l’ansia del passaggio antico delle acque. Dopo non sarà più come prima
    20160918_10214220160918_104547_hdrsettanta giovani della Forania della Bassa in cammino per la prima volta dopo secoli sull’Iter Burdigalense, la prima strada documentata della storia tra l’Europa e Gerusalemme (IV sec.)20160918_165942La meta alla Basilica di Aquileia, il Santo Sepolcro e la porta della Misericordia.
  6. il 20 settembre si è svolto l’incontro con gli Amici dell’Hospitale presso il Doge -Villa Manin di Passariano (vedi invito) su L’Hospitale e i suoi cammini (del Tagliamento, di Allemagna e di San Tomaso). clc-evento-20-09-16
  7. in ottobre altre visite guidate, presentazioni della storia dell’Hospitale e dei suoi cammini antichi e attuali.
  8. In novembre iniziative per i 1700 anni di San Martino.

per info:  3288213473  amicidellhospitale@gmail.com

 

Lascia un commento

Archiviato in Eventi

Il Cammino dei Re Magi

Gli Amici dell’Hospitale vi invitano all’incontro su

Cammini incrociati

 SAN TOMMASO E I RE MAGI

 con

Mario Turello

Giornalista, critico letterario, saggista

 

Seguirà la presentazione del suo libro

 ANNI PIÙ O MENO SANTI

breve storia dei giubilei

Mercoledì 7 settembre 2016 

HOSPITALE DI SAN GIOVANNI DI GERUSALEMME

A SAN TOMASO DI MAJANO (UD)

Ore 20.45

ecco l’allegato invito

cammini incrociati-

l’ingresso è libero

Lascia un commento

Archiviato in Eventi

Passaggio in Iran

V incontro sul
Cammino di San Tomaso

Nella terra di Ciro il Grande,
dove giace San Daniele,
è passato San Tommaso…

PASSAGGIO IN IRAN

Cammino di incontro e di conoscenza
nella storia delle relazioni

ALL’HOSPITALE DI
SAN GIOVANNI DI GERUSALEMME
19 Agosto 2016
dalle ore 17.00

sarà presente anche il maestro Sergio Pastorutti della Scuola Mosaicisti di Spilimbergo che ha diretto le opere di mosaico appena concluse nella nuova Chiesa di Teheran, dedicata al Sacro Cuore di Gesù, di rito cattolico.

SAM_4358 (2)

La chiesa cattolica di Teheran all’interno dell’ambasciata Italiana 

 

dettagli nell’allegato

passaggio in IRAN


SAM_5192

a Persepoli

3 commenti

Archiviato in Eventi

Bab Tuma – Mar Musa

IV INCONTRO SUL CAMMINO DI SAN TOMASO

DEDICATO A PADRE PAOLO DALL’OGLIO

12-13 Agosto 2016

ALL’HOSPITALE DI SAN TOMASO DI MAJANO (UD)

BAB TUMA  –  MAR MUSA

LA PORTA DI SAN TOMASO

con Elisabetta Bondavalli 

insegnante che ha vissuto 15 anni a Damasco a stretto contatto con famiglie cristiane latine, islamiche sciite, sunnite, druse, curde, cristiane siriache…

nell’indifferenza, nella diffidenza e negli interessi mondiali si consuma l’olocausto siriano e la sua preziosa cultura di convivenza,

per questo è necessario

il Passaggio nella cultura siriana

anche attraverso un corso di cucina siriana l’uso delle spezie, preparazione del tabbule, con il burghul e lo za’tarmiscela di 15 spezie, la modalità conviviale del piatto semplice di olio di oliva, pane e spezie, facile da preparare subito, per l’ospite arrivato e da condividere con il piatto al centro del tavolo…

e la conoscenza di altri aspetti di quella cultura condivisa per secoli da cristiani latini, caldei, islamici sciiti, sunniti, sufi, drusi, curdi, yazidi, ebrei, cristiani siriaci…

si ricrea Mar Musa, la comunità di padre Paolo Dall’Oglio, l’opportunità del dialogo, dell’incontro e della conoscenza delle diversità, la ricerca delle radici comuni

 L’incontro avrà luogo 

il 12 Agosto dalle 15.00 alle 22.30.

Riprenderà

il 13 Agosto dalle ore 9.00 alle 12.00

Sarà presente Immacolata Dall’Oglio, sorella di Paolo 

Inserimenti di Michele Pucci con musica arabo-andalusa, sefardita, flamenco.

tutti sono invitati anche solo per un saluto

leggere il programma allegato 

 Bab Tuma

Gli Amici dell’Hospitale

l’11 Agosto

gli amici dell’Hospitale presenteranno

L’Hospitale di San Giovanni e le sue antiche vie

presso la Polse di Zuglio in Carnia

alle ore 18.00

Seguiranno altri incontri sul Cammino di San Tomaso (da definire):

il passaggio in Iran (intorno al 22 agosto) ed altri ancora con Mario Turello, Paolo Rumiz, Angelo Floramo, Thomas Shinu (prete Indiano)…

Lascia un commento

Archiviato in Eventi

817° compleanno dell’Hospitale di San Tomaso

Il 31/07/2016 si è compiuto l’ 817° anniversario della fondazione dell’Hospitale

quarant’anni dalla distruzione del sisma 1976 e dieci anni dall’inizio del suo restauro e della sua rinascita.

L’Hospitale sarà aperto ogni sabato e domenica dalle 16 alle 18, o su richiesta:  amicidellhospitale@gmail.com – mob. 3395667905 (L) 3288213473 (M)

20160710_184942_HDR

Il 31 luglio c’è stato anche l’incontro all’Hospitale con Shady Hamadi, scrittore e giornalista italo-Siriano. La sera precedente, con l’associazione Majano c’è 159, ha parlato della situazione in Siria, presso il monumento delle vittime e della Ricostruzione del sisma ’76. Ha detto che “mezzo milione di morti, torture, ospedali pediatrici bombardati continuamente non trovano spazio nella nostra informazione. Si sceglie il male minore, ma sempre per noi. Siamo abituati a celebrare la memoria per le cose passate e a praticare l’amnesia per il presente, l’indifferenza per l’altro, …per convenienza. (…) Ecco, quando organizzeranno la giornata della memoria per la Siria, non cercatemi, io non ci sarò!”

Il 31-07 Shady Hamadi ha visitato l’Hospitale, ha incoraggiato a proseguire sulla via dell’Hospitalità gratuita, sulla via del cammino di conoscenza, e della rinascita della relazione tra Europa e Oriente. Abbiamo ricordato l’analogia tra l’Hospitale di san Tomaso e Mar Musa, quello di padre Paolo Dall’Oglio, rapito da tre anni, stanno preparando un libro su di lui. L’auspicio è di procedere sulla scia di quella ospitalità, dell’incontro delle diversità, la condivisione di pane, tempo, spazio, silenzio, preghiera.

Aspettiamo Shady per il prossimo incontro sulla via del cammino Euro Mediterraneo, la Via di San Tomaso.

_________________

di seguito si riporta l’intervista “a tradimento” a C.C. sul senso dell’Hospitale di san Giovanni, la sua direzione vertiginosa…. quella di San Tomaso.

“… che cosa è per te l’Hospitale? e cosa può rappresentare per il Friuli?”

[C]…  X me l’Hospitale raccoglie tutti quelli che sono stati i miei interessi fin da piccola: la storia e l’arte, in particolare quella medievale, i cavalieri, l’architettura e il restauro, l’incontro tra persone e popoli, l’interesse per il mondo arabo-islamico e la voglia di farlo conoscere  anche agli altri, l’avventura dei cammini, le notti all’addiaccio, le risate in compagnia, la condivisione delle nostre storie, l’interesse x il cammino di Santiago che avrei sempre voluto fare, la spiritualità nelle sue varie forme, anche popolari, antropologiche…cosa dimentico? nell’hospitale ho occasione di esprimere quello che sono, mi dà questa opportunità, anche quella di interessarmi a quelli che arrivano da profughi, nuovi pellegrini. Ci stanno dentro anche loro!

Cosa rappresenta x un friulano? E’ un “made in friuul” che però ti parla di mondi altri, e’ un caravanserraglio nel mezzo del deserto della pianura friulana, e’ un posto di sosta, di ristoro dello spirito, che ha in sé l’anima stessa del Friuli, incrocio di popoli e culture: ci sono passati tutti qui dagli slavi ai turchi, dai longobardi agli unni, francesi, veneziani, giudeo-cristiani, romani ecc…l’hospitale come il Friuli e’ fatto di tanti geni, di tanti dna, ne conserva le tracce…, sto sparando a vanvera, ma… a che cosa ti serve?

Lascia un commento

Archiviato in Eventi