Archivi del mese: maggio 2016

L’Hospitale e le sue Vie di cammino: prossimi incontri e cammini.

L’Hospitale di San Giovanni, di Gerusalemme, di San Tomaso.

Cure e accoglienza gratuita in pieno feudalesimo.

Testimone dell’origine degli ospedali gratuiti e della stessa Europa moderna.

Sarebbe un’utopia se non fosse già tutto accaduto.

La Storia viva delle relazioni si rivela, con le sue vie principali,

presenta il conto, ma ci rimette in cammino.

e le sue vie… hanno una direzione. Vertiginosa.

1.- Mercoledì 11 maggio 2016.  Presso Biblioteca comunale di Codroipo “Gilberto Pressacco” Via XXIX Ottobre, alle 20.45.

Presentazione de “Il Cammino del Tagliamento sull’antica Via d’Allemagna”,

La guida ripercorre le tappe della rinascita della Via allemagna e della sua parte friulana, la Via del tagliamento, una delle più importanti e antiche vie europee di pellegrinaggio. Il testo presenta inoltre il complesso storico-architettonico dell’Hospitale di San Tomaso di Majano.

http://www.societamutuosoccorso-fvg.it/sito_sms/index.php/27-le-societa-associate/codroipo

 

2.- da Mercoledì 15 a Domenica 19 giugno 2016. “Ottavo Cammino del Tagliamento” (1 Parte) cammino a piedi da Tarvisio Lussari a San Tomaso di Majano. (Segue invito e programma)

 

3.- da Giovedì 30 giugno a Domenica 3 luglio (giorno di san Tommaso ap). “Ottavo Cammino del Tagliamento” (2 Parte)  cammino a piedi da San Tomaso di Majano alla basilica di Concordia Sagittaria (dedicata a san Tommaso ap.) fino a Marango. (Segue invito e programma)

 

4.- Venerdì 24 Giugno 2016.              

Secondo incontro sul 

CAMMINO DI SAN TOMASO

PASSAGGIO IN IRAQ

 presso l’Hospitale di san Giovanni a San Tomaso. 

Padre Giorgio Scatto della Comunità di Marango (Concordia Sagittaria) appena tornato da Herbil città del Kurdistan iracheno (città accadica, sumera, risalente al XXIII sec. a.C.),

Iraq_Arbela_Erbil_Areial_Castle

la cittadella antica di Herbil

dove ha portato aiuti alle comunità profughe cristiane (fuggitivi da Mosul, occupata dall’Is), ha raccolto tracce, manoscritti, testimonianze  della tradizione di San Tommaso Ap. in Alta Mesopotamia (tra Ninive, Mosul ed Herbil). Sentiremo la sua testimonianza diretta sulla situazione in Iraq e su quanto ancora è rimasto della bimillenaria relazione tra Cristianità orientale, i “Cristiani di san Tomaso”, l’Islam sciita, sunnita, curdo, druso….e la comunità ebraica di Ninive lì presente dall’VIII sec. a.C . (Segue invito e programma).



301

006

campo profughi ad Herbil

382

le iscrizioni ebraiche della comunità ebraica assira

379

monastero cristiano Caldeo di Alqosh

425

manoscritto della biblioteca cristiana antica

364

Alqosh – Alta Mesopotamia – Iraq – Kurdistan (15 km dal confine con IS verso Mosul)

 

queste sono alcuni incontri e cammini programmati,

L’Hospitale è aperto alle visite guidate (c’è anche la mostra del quarantennale del Terremoto in Friuli del ’76).

Info e Prenotazioni amicidellhospitale@gmail.com  cell. 3288213473 (m) 3395667905 (l) 3407531392 (mt). Tutte le iniziative sono a prenotazione libera.

 

Lascia un commento

Archiviato in Cammini, Eventi

quarant’anni dal terremoto del Friuli

L’Hospitale di San Giovanni, gravemente danneggiato dal sisma del ’76 dopo quarant’anni è restaurato e visitabile. All’interno, dal 7 maggio al 12 giugno 2016 è presente una mostra con gli articoli dei giornali del ’76 sul Terremoto in Friuli e sulla Ricostruzione.

20160506_200820_HDR[1]

FOTO DELL’HOSPITALE DOPO IL TERREMOTO DEL 76 – (cliccare)

è come se il giorno ci tradisse

E’ come se l’acqua mentisse e due più due facessero cento

e nostra madre ci odiasse

e la nostra mano si alzasse contro di noi.

Dio ci ha dato tante cose:

mele, giorni, addii, legni e la speranza,

l’altra faccia della paura.

Adesso ci tocca il più segreto e il più prezioso 
dei doni:

la fine,

  il nuovo inizio.

Jorge Luis Borges, 1978

(Traduzione di Livio Bacchi Wilcock)

Lirica composta per il terremoto in Friuli e inviata dall’autore al direttore del “Messaggero Veneto” Vittorino Meloni.

******

MA VUTU CHE NU, FIIS DI CHEI CA HAN TORNÂT FAT SU VENCION,

NO RIVEDIN A PARA’ VIE L’ORCOLAT E A TORNA’ A FA SU ALEPPO?

(ma vuoi che noi, figli di quelli che hanno ricostruito Venzone, non riusciamo a cacciare l’orco cattivo e a ricostruire Aleppo?)

******

ecco l’Hospitale recuperato con le sue pietre millenarie tormentate e suoi legni consumati

20160414_175424_HDR

20160414_173635_HDR

20160504_132933_HDR

20160404_202657_HDR

la cucina, il fuoco dell’Hospitale

20160506_184721_HDR[1] tagliato 2


20160507_125042_HDR[1]

Sabato 7-11-2016 inaugurazione mostra del quarantennale del Terremoto in Friuli

 

Lascia un commento

Archiviato in Eventi